www.montebelloblognwes.com - Tutto quello che accade a Montebello Ionico e ... molto altro ancora.

 



2008 un anno da ricordare, il consuntivo de "I Fossatesi"

Fossato Jonico – Per “I Fossatesi nel Mondo” il 2008 è stato caratterizzato da intensa attività. Mimmo Pellicanò, presidente del noto sodalizio, tracciando un bilancio più che positivo dell’anno appena trascorso, ha ripercorso le tappe fondamentali che, in pochi mesi di attività, hanno portato “I Fossatesi nel Mondo” a divenire punto di riferimento nel panorama culturale montebellese. «Le nostre attività – esordisce Pellicanò – pur essendo molteplici e di vario genere, hanno un solo ed unico scopo: valorizzare il territorio, la sua cultura e la sua tradizione. In parole povere, dare valore aggiunto alla “fossatesità”, intesa come senso di partecipata appartenenza alla vita della comunità». «Questo – ha spiegato Pellicanò – non significa né essere campanilisti, né avere chiusure verso la restante parte del territorio. In molte occasioni, infatti abbiamo lavorato di concerto con le altre realtà associative segnalando problematiche d’importanza territoriale globale, come l’accumulo di rifiuti lungo i greti dei torrenti, il prelievo di materiale inerte dal geosito di Prastarà, le bollette pazze del servizio idrico integrato e, non ultimo, assumendo parte attiva nell’affrontare la questione della centrale a carbone di Saline». Ma le attività de “I Fossatesi” non si sono esaurite a questo. In campo prettamente culturale le iniziative di maggior rilievo sono state la pubblicazione del libro “Esplorando Fossato e dintorni”, nato da una proficua collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Montebello Jonico, il concorso di pittura estemporanea “I Colori di Fossato”, che ha avuto la partecipazione di numerosi e qualificati artisti provenienti da tutta la Calabria, la manifestazione per commemorare la giornata della Vittoria e la partecipazione al 6° Festival Internazionale dei Giochi di Strada di Verona che, attraverso la presentazione di giochi antichi e caratteristici quali “i brigghja” e la “mazza e ligneddu”, ha dato visibilità internazionale al comune di Montebello. Secondo il presidente Pellicanò, comunque, «il clou dell’impegno si è avuto durante i 24 giorni di manifestazioni organizzate nell’ambito dell’“Agosto Fossatese”». Infine, nelle iniziative dell’associazione, c’è stato spazio anche per la solidarietà con le giornate della donazione di sangue, organizzate in collaborazione con l’Adspem, l’adesione ai programmi dell’Aism “Una gardenia per la vita” e “Le mele per la vita”, la donazione effettuata a favore del progetto D.R.I., una ricerca sul diabete portata avanti dall’Ospedale S. Raffaele di Milano, il rinnovo dell’adozione a distanza di Maynara Poydomoyo, la bimba dello Zimbawe, divenuta ormai fossatese onoraria. L’ultima manifestazione dell’anno 2008 è stata la II edizione del Concorso Borsa di Studio intitolato al Giudice Antonino Tripodi che, secondo Pellicanò, «ha chiuso in bellezza un anno denso di impegni, ma anche di appagamento per la crescita continua dell’associazione e le numerose attestazioni di stima ricevute per il prezioso operato».

Fabio Macheda (Il Quotidiano della Calabria)

Nella foto Mimmo Pellicanò, Presidente dell'associazione culturale "I Fossatesi nel Mondo"

Etichette: , , ,

postato da Bernardino F.L. Cardenas; alle 9:01 PM,

0 Comments:

Posta un commento

Links a questo post:

Crea un link

<< Home