www.montebelloblognwes.com - Tutto quello che accade a Montebello Ionico e ... molto altro ancora.

 



Parte il progetto regionale per la sicurezza stradale

Si chiama "Non ci casco più" ed è il progetto per la prevenzione degli incidenti stradali approvato dalla Giunta regionale della Calabria su proposta dell'assessore alla Salute, Doris Lo Moro. Avrà una durata triennale e prevede un impegno finanziario di 860.000 euro finalizzato ad una serie di obiettivi: ridurre di almeno il 20% la mortalità derivante dagli incidenti stradali, in particolare nella fascia di età compresa fra i 15 ed i 24 anni; ridurre di almeno il 20% i ricoveri per incidenti stradali e le prestazioni di pronto soccorso non seguite da ricovero; ridurre di almeno il 10% le menomazioni gravi permanenti conseguenti ad incidenti stradali. In rapporto agli obiettivi enunciati, il progetto prevede una serie di azioni: dal mantenimento ai livelli attuali, oltre cioè il 90%, l'uso del casco da parte degli utenti dei veicoli a due ruote alla maggior diffusione dell'uso delle cinture di scurezza in auto; dalla lotta al fenomeno della guida in stato d'ebbrezza e sotto l'influsso di sostanza psicotrope, al contrasto della velocità elevata. "Per conseguire questi obiettivi - spiega l'assessore Lo Moro - bisogna attuare una prevenzione basata su un approccio adeguato. Per questo crediamo che sia fondamentale una sinergia tra mondi diversi: sanità, trasporti, scuola, scuole guida, forze dell'ordine, enti locali, organizzazioni di volontariato e quelle categorie di lavoratori, come gli autotrasportatori e gli addetti alla manutenzione, che svolgono la loro attività principalmente sulle strade. I dati in nostro possesso - aggiungr l'assessore - indicano che la situazione calabrese, per quanto riguarda l'incidenza degli incidenti stradali come causa di morte o di ricorso al servizio sanitario, è analoga a quella riscontrata a livello nazionale. Ma la nostra regione presenta aspetti del tutto particolari derivanti dal cattivo stato di una parte considerevole della rete stradale ed autostradale. Basti pensare allo stato della strada statale 106 ionica ed a molti tratti dell'autostrada Salerno-Reggio. Se l'azione dell'esecutivo regionale è orientata da una parte ad ottenere interventi di potenziamento e di ammodernamento infrastrutturale, non possiamo nasconderci - sostiene Doris Lo Moro - che un contributo alla sicurezza possiamo darlo richiamando la popolazione, in particolare quella più giovane, ad atteggiamenti più responsabili quando si è alla guida di un veicolo". Tra le misure previste dal progetto, l'istituzione, negli uffici del dipartimento, di un osservatorio che dovrà verificare lo stato d'attuazione del progetto sul territorio regionale da parte delle aziende sanitarie e l'istituzione di sistemi di sorveglianza basati sui servizi di pronto soccorso ai fini del monitoraggio del fenomeno.
Comunicato stampa Regione Calabria

Etichette:

postato da Bernardino F.L. Cardenas; alle 2:52 PM,

0 Comments:

Posta un commento

Links a questo post:

Crea un link

<< Home