www.montebelloblognwes.com - Tutto quello che accade a Montebello Ionico e ... molto altro ancora.

 



La sezione del Pdci di Cinquefrondi difende l'operato di Alessandro Bianchi

L'assemblea congressuale regionale dell'Associazione per il Partito Democratico, lo scorso 16 aprile, ha eletto per acclamazione a presidente regionale, Carmine Cogliandro, candidato anche a sindaco nella città di Palmi. Negli altri importanti ruoli dell'Apd, sono stati eletti Domenico Annunziato Modaffari, Presidente per la provincia di Reggio Calabria e Franco Lento, con funzioni di segretario della stessa Associazione.
L'assemblea congressuale ha anche definiti i sei delegati che prenderanno parte al congresso nazionale che si terrà il prossimo mese di giugno: Luisa Caridi, Elisa Cacciamo, Carmine Cogliandro, Franco Lento, Francesco Manglaviti e Domenico Annunziato Modaffari. «L'Associazione - recita il comunicato stampa - conta attualmente numerosi iscritti, registra altresì una massiccia adesione e presenza di donne, giovani, rappresentanti del mondo accademico e della cultura, delle professioni e del volontariato, nonché alcuni esponenti delle istituzioni locali».
La stessa Apd, comunica di avere «ricevuto il sostegno dei vertici nazionali e il supporto diretto della Presidente Annita Garibaldi Jallet, la quale ha assicurato un impegno totale dal punto di vista organizzativo e per le future campagne politiche».
Anche in Calabria, gli aderenti, intendono «inaugurare una nuova stagione politica, per imprimere una svolta credibile e tangibile, che assuma il carattere della novità». Per creare un «partito della cittadinanza, delle reti comunitarie, che stimoli le opportunità e lo sviluppo». Queste le dichiarazioni del neo presidente regionale, Carmine Cogliandro: «Il Partito Democratico deve essere uno strumento, che serva a migliorare la politica, per la crescita etica e civile del paese.
Però un nuovo partito ha senso in quanto strumento per modificare la situazione politica e culturale di un paese, in caso contrario, se non si risolvono i problemi cronici dell'Italia e della gente, diventa un inutile esercizio o una semplice divisione di poltrone. credere con forza in questo progetto e crediamo nella possibilità che il centrosinistra possa rapidamente superare le inutili barriere che lo frammentano ed avviare processi più semplici e razionali, tendenti ad unire al posto di frantumare. Per questo faccio un appello - termina Cogliandro - alle forze a Palmi che domani dovranno costituire il Pd, in particolare alla Margherita e ai partiti riformisti. Ampio spazio dobbiamo riservare alle problematiche dei giovani e delle donne, con particolare sensibilità verso temi fondamentali quali la formazione, la famiglia, la disoccupazione e la casa».

Tratto da "Il Quotidiano della Calabria"

Nella foto il ministro dei trasporti, Alessandro Bianchi

Etichette: ,

postato da Vladimir Ilic Uianov; alle 9:30 PM,

0 Comments:

Posta un commento

Links a questo post:

Crea un link

<< Home