www.montebelloblognwes.com - Tutto quello che accade a Montebello Ionico e ... molto altro ancora.

 



Reggina - Cittadella: 1-1; la squadra calabrese non sa più vincere


Reggio Calabria, 19 settembre 2009 - La Reggina si presenta ancora al Granillo per la seconda volta consecutiva, questa volta contro il Cittadella. Dopo il tonfo subito contro il Vicenza, la squadra di mister Novellino ha l’obbligo di riscattarsi e cercare di incamerare i tre punti. L’ambiente reggino è in subbuglio e tutto l’ambiente sportivo attende questa partita per verificare le condizioni della squadra di casa. La giornata si presenta ventilata, il cielo è coperto ed il terreno di gioco è in buone condizioni.

Primo Tempo: comincia la Reggina che attacca verso sud. La partita comincia subito con una buona velocità. Si fa notare Bonazzoli, unica punta effettiva della Reggina, che colpisce bene di testa. Poi, all’8′, Missiroli ha una buona occasione per far passare in vantaggio la sua squadra: viene servito bene da Barillà ma l’azione sfuma. Al quarto d’ora il gol divorato dal Cittadella, con Carteri, che raccoglie un bell’assist di Iunco ma spara alto. Gol mancato, gol subito: dalla parte opposta, un tiro d’angolo per la Reggina si trasforma in un bel cross per la testa di Bonazzoli che indirizza bene verso l’angolo più lontano, dove Villanova non ci può arrivare. Mentre il pallone sta per entrare in rete, Capelli la spinge dentro quasi sulla linea di porta. È il tanto sospirato vantaggio per la Reggina. Il Cittadella non ci sta e comincia a spingere. Castiglia scaglia un gran tiro che Cassano riesce a deviare in angolo. La squadra di mister Novellino si rende pericolosa ma qualche papera del suo portiere fa venire i brividi a tutti gli spettatori. La squadra di Foscarini cerca di reagire, ma gli amaranto tengono bene. Un minuto di recupero poi l’arbitro fischia. Il tempo si chiude sull’1-0.

Secondo Tempo: la partita ricomincia con un buon piglio degli ospiti. Il Cittadella è una squadra ostica, che dà fastidio agli amaranto in ogni settore del campo. Pesoli tenta un tocco maligno per mettere fuori tempo il portiere amaranto, ma non ci riesce. Novellino cambia: fuori Bonazzoli, esausto, dentro Cacia. Azioni su ambo i fronti, con la Reggina che non riesce a passare. Anzi, al 70′, su un bel cross, pareggia il Cittadella. Colpo di testa di Pesoli e la squadra di Foscarini acciuffa la Reggina. Reazione rabbiosa dei padroni di casa, ma infruttuosa. Il nervosismo serpeggia tra i padroni di casa, specie Missiroli, che non mette fuori una palla per dare la possibilità ai sanitari del Cittadella di entrare. Niente fair-play. Minirissa e l’arbitro che non sa che pesci prendere. Novellino mette dentro anche Viola ma senza risultati. Foscarini perde tempo con le sostituzioni. L’arbitro concede 7′ di recupero. La Reggina attacca e si rende pericolosa, specie con Cacia, ma la palla non ne vuole sapere di entrare. Finisce 1-1.

I Gol - Parte da un calcio d’angolo l’assist per la testa di Bonazzoli. Quando il pallone sta per entrare in rete, Capelli la spinge dentro per sicurezza. Punizione dal limite per il Cittadella, testa di Pesoli che insacca alle spalle di Cassano.

Reggina-Cittadella: 1-1.

Marcatori: 18′ Capelli (R); 70′ Pesoli.

Reggina (4-4-2): Cassano, Buscè, Valdez, Capelli, Rizzato, Lanzaro, Carmona, Volpi, Barillà, Missiroli, Bonazzoli. All. Novellino. (Marino, Costa, Morosini, Pagano, Cacia, Viola A, Cascione).

Cittadella (4-4-2): Villanova, Manucci, Cherubin, Iunco, Carteri, Pisani, Dalla Bona, Pesoli, Pettinari, Pastiglia, Ardemagni. All. Foscarini. (Pierobon, Gorini, Teoldi, Musso, Curiale, De Gasperi, Volpe).

Arbitro: Riccardo Tozzi di Ostia Lido. Assistenti: Enzo Riviello di Salerno; Lorenzo Ferrandini di Sondrio. Quarto uomo: Gaetano Intagliata di Siracusa.

Note - Spettatori totali 6015. Ammoniti: Carmona, Lanzaro, Dalla Bona, Pisani. . Angoli: 3-11..

Recuperi: 1′, 7′.

postato da Ricardo N. Dos Santos; alle 2:43 PM,

1 Comments:

At 5:16 PM, Anonymous Anonimo said...

OK VA BENE! CHE NON SI PARLI DI POLITICA LOCALE SIAMO D'ACCORDO, SIAMO D'ACCORDO CHE SI PARLI ANCHE DI REGGINA....CHE NN SI PARLI DEI NOSTRI SOLDATI A KABUL QUESTO e' semPLICEMENTE VERGOGNOSO, COME LE BANDIERE NEI MUNICIPI CHE NN SONO NE' A MEZZASTA NE' LISTATE A LUTTO....INTANTO QUI SI MUORE PER LA DEMOCRAZIA E LA PACE E SI MUORE SOLO DA ROMA IN GIU'...onore a voi fratelli meridionali!

 

Posta un commento

Links a questo post:

Crea un link

<< Home