www.montebelloblognwes.com - Tutto quello che accade a Montebello Ionico e ... molto altro ancora.

 



Dai un logo alla tavola per la legalità

L'Assessorato Provinciale alla Difesa della Legalità, ha messo a concorso "la realizzazione di un logo che sia identificativo della Tavola per la Legalità istituita presso l'Assessorato, che rappresenti inoltre la speranza di riscatto sociale, civile, morale della nostra terra e di tutti i calabresi oppressi dalla criminalità organizzata". La Tavola è stata costituita infatti il 18 febbraio scorso, su iniziativa dell'Assessorato. Svolge funzione consultiva e si compone di più di venti organizzazioni, che da anni operano a vario titolo sul territorio provinciale per la promozione e la diffusione della cultura della legalità in decisa alternativa alle logiche ed ai comportamenti mafiosi. Il concorso si rivolge a tutte le classi delle scuole primarie, secondarie di I° e II° grado della Provincia di Reggio Calabria. Ogni classe potrà partecipare con un solo lavoro originale ed inedito eseguito con la collaborazione di tutti gli studenti della classe. Questo tipo di impostazione, di rivolgersi cioè alla classe, al gruppo piuttosto che al singolo studente, risponde ad una precisa scelta. La lotta alla mafia, non può realizzarsi solo con azioni isolate, ma è la coesione del gruppo che respinge con più forza la sopraffazione mafiosa. Le classi avranno tempo per realizzare i lavori e spedirli agli uffici della Provincia entro il 10 giugno prossimo. Gi elaborati verranno valutati da una commissione che selezionerà un solo lavoro per ogni grado di scuola, e poi tra essi sceglierà il logo della Tavola Provinciale per la Legalità. I tre elaborati migliori verranno premiati, con un bonus in denaro che la Provincia metterà nella disponibilità della scuola, da spendere per viaggi d'istruzione, alla scoperta dei luoghi, dei paesaggi, e delle bellezze naturali della Calabria. Il riscatto economico e sociale della nostra Provincia e della Calabria tutta, può cominciare semplicemente, valorizzando le proprie positività, natura, paesaggi, cultura, arte, antichi mestieri, che spesso vengono offuscate da una cappa mafiosa fitta e avvolgente, troppo spesso in grado di far precipitare l'immagine dell'intero popolo calabrese, nella maggior parte onesto e laborioso, al fondo delle cronache nazionali.

Nell'immagine Palazzo Foti, sede dell'Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria

Etichette: ,

postato da Bernardino F.L. Cardenas; alle 2:20 PM,

0 Comments:

Posta un commento

Links a questo post:

Crea un link

<< Home