www.montebelloblognwes.com - Tutto quello che accade a Montebello Ionico e ... molto altro ancora.

 



Piano Sanitario Regionale, tutti scontenti

«La proposta di Piano sanitario regionale, così per come presentata in terza Commissione dall’assessore Vincenzo Spaziante, lascia scontenti tutti, a partire dagli stessi componenti di maggioranza del centrosinistra».E’ con queste parole, diffuse in una nota stampa, che il consigliere regionale di Alleanza nazionale, Franco Morelli accoglie la proposta presentata dall'assessore Spaziante. «Il Piano licenziato dalla Giunta regionale, a partire dal ridimensionamento della rete ospedaliera e dalla implementazione dei servizi sul territorio, - continua la nota di Morelli - non efficientizza il sistema sanitario regionale perché insegue equilibrismi e localismi». A questo punto i toni del comunicato si alzano e Morelli non esita a denunciare «l’insufficiente capacità di governo e di controllo di questo delicatissimo settore, che, è bene ricordarlo, incide finanziariamente per quasi la metà del Bilancio della Regione». «Seppure - continua il consigliere di AN -la struttura del debito della sanità calabrese trova origine in decenni di cattiva gestione, non sono, parimenti, occultabili talune “nevrasteniche” decisioni della Giunta regionale, che cambia e rimuove a ritmi incessanti, direttori generali ed alti dirigenti, mancando così di fornire il giusto equilibrio e la serenità necessari per aggredire atavici ritardi, rimotivando operatori e tecnici della sanità alla loro “mission”, fornendo gli strumenti normativi, formativi e tecnologici in grado di affrontare compiutamente ed assistere i pazienti, elevando così il livello di sicurezza, soprattutto nei centri ospedalieri». Il comunicato si conclude con la presa d'atto che il Piano sanitario regionale non potrà fare a meno di tenere conto dei nuovi indirizzi di politica economica nazionale e della mutata scena istituzionale che ha riportato in primo piano il federalismo fiscale. «A tal fine -secondo Morelli - è necessario che il documento contenga un’esposizione assolutamente veritiera della situazione finanziaria della sanità calabrese, altrimenti i rischi per i calabresi saranno veramente enormi. In questa direzione, come opposizione, metteremo in campo ogni utile energia per raddrizzare una barca che rischia di andare a fondo, trascinando con se gli strati sociali più deboli della Calabria. Faremo, pertanto, in Consiglio regionale un’opposizione propositiva e razionale per garantire alla regione un sistema sanitario risanato e potenziato nella qualità».

Etichette: , ,

postato da Bernardino F.L. Cardenas; alle 1:27 AM,

1 Comments:

At 1:08 PM, Anonymous Anonimo said...

imparato molto

 

Posta un commento

Links a questo post:

Crea un link

<< Home