www.montebelloblognwes.com - Tutto quello che accade a Montebello Ionico e ... molto altro ancora.

 



Ma ci crede scemi?

Giorno 27/11/2006 usciva su "Il Quotidiano della Calabria" un articolo a firma gio.ve. dal titolo "Montebello I. - Il bilancio non va? Colpa della finanziaria del governo Prodi". In questo articolo il nostro Sindaco, Avv. Nisi, cercava di dare delle motivazioni, o meglio di scaricare su altri le colpe dell'ingiustificabile errore che ha portato la sua maggioranza ad approvare un bilancio (quello di previsione 2006) che non rispettava i patti di stabilità e che ha avuto come conseguenza un'ordinanza con la quale la Corte dei Conti obbligava, di fatto, il comune di Montebello Jonico a correggere il documento finanziario.
Nel su citato articolo il Sindaco dichiara: "La deliberazione della Sezione di controllo della Corte dei Conti ha censurato le previsioni finanziarie dell'ente locale solo ed esclusivamente sotto il profilo del rispetto del patto di stabilità, vale a dire che secondo l'insegnamento del Giudice contabile, anche in sede di previsione l'ente avrebbe dovuto prevedere il rispetto del patto di stabilità...La novità introdotto dalla finanziaria 2006 è stata che non solo le spese correnti debbono essere contenute, ma anche le spese in conto capitale (vale a dire investimenti per la realizzazione di opere pubbliche) dovevano essere contenute entro i limiti fissati da legislatore."
Pur immaginando che il Sindaco, da fine politico, abbia letto gli scritti del buon Niccolò Machiavelli, e comprendendo come frasi del tipo "Alessandro VI non fece mai altro, non pensò mai ad altro che ad ingannare uomini e sempre trovò subietto da poterlo fare", possano rimanere impresse nella memoria di un lettore interessato a rimanere "principe", trovo che le giustificazioni addotte nel summenzionato articolo, siano ridicole per non dire ingiuriose dell'intelligenza dei montebellesi. Come si può, infatti, addossare la colpa dei propri errori alla finanziaria di Prodi se essa è di la da venire? Possibile che il Sindaco non sapesse che il bilancio di previsione del 2006 doveva essere redatto in base alle normative della finanziaria 2006 promulgata il 29 dicembre 2005 e cioè, quando Prodi non era ancora Presidente del Consiglio? Serviva "l'insegnamento del Giudice contabile" per capire che "anche in sede di previsione l'ente avrebbe dovuto prevedere il rispetto del patto di stabilità"? A me sembra più plausibile che il Sindaco abbia voluto giocare il tutto per tutto (Eu a botta a minu! Vidimu si teni!) nella speranza che a non sapere fossero i montebellesi. Purtroppo non è andata così. Probabilmente il Sig. Sindaco ha dimenticato che sempre Machiavelli nei "Discorsi sopra la prima deca di Tito Livio" scriveva "il popolo é più prudente , più stabile e di migliore giudizio che un principe".
Morale della favola: L'esser trattati da scemi fa incazzare la gente come null'altro, quindi prima di rilasciare, agli organi di stampa, delle improponibili dichiarazioni destinate ad un presunto popolo bue, è sempre consigliabile un'attenta rilettura del Machiavelli.

Etichette:

postato da Bernardino F.L. Cardenas; alle 12:12 PM,

2 Comments:

At 4:01 PM, Anonymous Anonimo said...

ma se bastasse il Machiavelli, forse in 2 - 3 giorni i problemi sarebbero già risolti..
ma qui c'è qualche cosa che va oltre, supera i confini dell'immaginabile...e per di più vengono scritte pure sui giornali!!!
ma perchè non se ne va a casa...
fino a qualche giorno fa aspettava i finanziamenti del ponte, ora si da la colpa alla finanziaria...non ho letto da nessuna parte che c'è un comitato di sindaci, che si oppone alla legge...o forse l'idea parte proprio dal nostro comune???o forse è così alto il numero degli abitanti che popola il territorio da crear pure un caso di debito pubblico...???
ma sign. Sindaco Nisi, che pure ha preso il mio voto... lo ribadisco per la seconda volta...OGNUNO DI NOI, PUò SVOLGERE PURE IL PIù PESANTE, IL MENO RIPAGATO LAVORO CHE POSSA ESISTERE SU QUESTA TERRA...MA QUANDO CI METTE LA PASSIONE...la "ricompensa"...è tutt'altra!!!...
...Sign. Sindaco si legga l'art. 1 della Costituzione...e cerchi di metterlo in atto...a partire da se stesso...

 
At 9:45 PM, Blogger Bernardino F.L. Cardenas said...

Probabilmente il contenuto dell'articolo 1 lo conosce a memoria piuttosto dovremmo trovare un metodo per farglielo applicare.

 

Posta un commento

Links a questo post:

Crea un link

<< Home