www.montebelloblognwes.com - Tutto quello che accade a Montebello Ionico e ... molto altro ancora.

 



Canone depurazione interviene anche l'Uniconsum

Montebello Jonico – Anche l’Unione Nazionale Consumatori interviene sulla questione del pagamento del canone di depurazione, nata in seguito all’emanazione, il 10 ottobre 2008, della sentenza della Corte Costituzionale n.335/08. La Dr.ssa Teresa Votano, consulente legale, per il territorio montebellese, della nota associazione di tutela del consumatore, ha infatti ritenuto utile fornire dei chiarimenti in merito all’interpretazione del provvedimento adottato dalla Consulta. «La dichiarazione d’incostituzionalità del 10 ottobre 2008 – esordisce la dr.ssa Votano in un lungo ed articolato comunicato - è riferita a quelle norme di legge (l’art. 14, comma 1, della legge n. 36/1994 - Legge Galli; l’art. 155 comma 1 del decreto legislativo n. 152/2006 - Codice dell’ambiente) che prevedono l’obbligo degli utenti del servizio idrico di pagare i canoni di depurazione anche quando non vi è (o è inattivo) il servizio relativo ai depuratori delle acque di fognatura. E’, dunque, evidente – continua la rappresentante Uniconsum - che la sentenza succitata non si riferisce al sistema di potabilizzazione ma, solo ed esclusivamente, alla parte di canone relativa alla depurazione. Gli utenti – aggiunge quindi la dr.ssa Votano - non devono essere indotti a pensare, erroneamente, che se dal rubinetto della loro abitazione scorre acqua non potabile questo li legittima a non pagare il canone stesso». «Occorre ribadire – si legge ancora sulla nota diramata dall’Uniconsum - che le aziende acquedottistiche, non potranno far pagare nella bolletta dell’acqua la tariffa di depurazione se manca il depuratore dell’acqua fognaria e dovranno restituire agli utenti quanto già versato, ma se il problema è la potabilità dell’acqua, i cittadini potranno esclusivamente chiedere il dimezzamento del canone presentando ricorso all'Autorità Giudiziaria competente». Netta distinzione, quindi, tra il problema del pagamento del canone di depurazione e quello del dimezzamento delle somme richieste per il consumo, in caso di non potabilità dell’acqua. Gli utenti che avessero necessità di ulteriori delucidazioni, comunque, potranno richiederle recandosi (ogni martedì pomeriggio dalle 15,30 alle 19,30 e/o ogni sabato mattina dalle 9,00 alle 12,00) presso il riattivato sportello Uniconsum sito nella Biblioteca Comunale in Via Stazione a Saline Joniche.

Fabio Macheda (Il Quotidiano della Calabria)

Etichette: ,

postato da Bernardino F.L. Cardenas; alle 1:58 PM,

0 Comments:

Posta un commento

Links a questo post:

Crea un link

<< Home