www.montebelloblognwes.com - Tutto quello che accade a Montebello Ionico e ... molto altro ancora.

 

Condofuri Marina – L’edificio che ospita i locali della scuola dell’infanzia deve essere urgentemente messo in sicurezza e i genitori dei bambini che lo frequentano non sono più disposti ad attendere oltre che ciò avvenga. Queste in sintesi le posizioni emerse nell’assemblea pubblica che giovedì ha visto cittadini e amministrazione comunale contrapporsi in un serrato confronto tenutosi all’interno della delegazione municipale di Condofuri Marina. Durante la partecipata riunione, svoltasi alla presenza del sindaco Filippo Lavalle, i genitori, visibilmente angosciati, hanno manifestato la loro preoccupazione per il precario stato in cui versa l’immobile che ospita per buona parte della giornata i loro figli. Lo stesso Pietro Chilà, presidente del Consiglio d’Istituto, nel suo accorato intervento si è fatto portavoce delle lamentele dei genitori e, dicendosi «allarmato al pensiero delle numerose tragedie che a livello nazionale hanno interessato le varie strutture pubbliche provocando addirittura dei morti» ha evidenziato come la struttura in questione sia «priva di qualsiasi certificazione di agibilità, antincendio e igienico – sanitaria». «Capiamo che il mondo dell’edilizia scolastica è complesso e le competenze sono frammentate – ha continuato Chilà nel suo articolato discorso – ma quando la mattina accompagniamo i nostri figli a scuola vorremmo avere la sicurezza di averli condotti in un luogo sicuro». Di fronte alle pressanti e legittime richieste dei concittadini, il sindaco di Condofuri non è rimasto inerme e, proponendo il trasferimento degli allievi presso il più sicuro edificio della frazione Lugarà, ha assicurato che presto sarà avviato un intervento per l’adeguamento statico dell’edificio in questione. L’ipotesi del trasferimento temporaneo non è stata malvista dai genitori che hanno dichiarato la loro disponibilità al trasferimento previa verifica della rispondenza dei locali ai parametri ingegneristici e alle normative di legge.

Fabio Macheda (Il Quotidiano della Calabria)

Etichette: ,

postato da Bernardino F.L. Cardenas; alle 8:56 PM,

0 Comments:

Posta un commento

Links a questo post:

Crea un link

<< Home