www.montebelloblognwes.com - Tutto quello che accade a Montebello Ionico e ... molto altro ancora.

 



Mostra opere di Salvador Dalì

L’antico e suggestivo palazzo di stile veneziano "Villa Genoese Zerbi" ospita nei mesi di luglio e agosto la mostra di Salvador Dalì. La retrospettiva presenta al pubblico oltre 270 opere tra sculture e grafica, realizzate dal grande Maestro catalano tra gli anni 60’ e 70’.Il corpo della mostra interessa 22 sculture originali in bronzo, appartenenti alla collezione Clot, e 250 tra litografie, acqueforti, incisioni e xilografie realizzate da Dalì per illustrare temi e testi letterari.Le sculture esposte fanno parte della nota collezione Clot e rappresentano l’espressione artistica degli ultimi anni di attività del maestro. La maturità e la grande sensibilità raggiunta in questo periodo, rendono tali opere tra le più significative ed emozionanti dell’intera produzione daliniana. Tali sculture sono considerate “sculture in senso classico” e non solo oggetti surrealisti. Plasmate con le mani dal maestro, che dà vita e movimento alla cera, sono diretta espressione di grande fatica creativa. Un’attenta osservazione permette al visitatore di rilevare le tracce lasciate dalle dita di Dalì sulla materia inerte, a testimoniare l’attività frenetica profusa nell’intento di dare forma alle proprie ossessioni oniriche. Abbandonati i furori surrealisti che ancora oggi ne contraddistinguono la fama nel mondo, Dalì in questo periodo di creazione scultorea si concentra su soggetti religiosi, scientifici o storici, con l'innesto di problematiche psicologiche e di soluzioni ottiche. Un’occasione unica per scoprire le sfaccettature meno note del grande Maestro catalano. La mostra presenta in larga misura anche l’opera di Salvador Dalí quale illustratore di testi letterari. L’Artista infatti corredò con immagini surrealiste molte opere della letteratura classica e contemporanea quali: “Il Tricorno” di Pedro de Alarcon (1959), il “Faust” (1973) e “Les Amours de Cassandre” di Pierre Ronsard (1968).I visitatori avranno modo di ammirare anche la straordinaria “Tauromachia Surrealista”, risposta di Dalí alle celebri tauromachie di Goya e Picasso; una particolare attenzione meritano le 12 immagini dei “50 Anni dopo il Surrealismo”, ove il Maestro identifica i momenti storico-pittorici più importanti della sua vita. Grande intensità artistica si può rilevare dalle 105 Tavole che Dalì ha realizzato tra gli anni ‘63-’68 per illustrare il testo sacro della Bibbia. Il contenuto artistico e lo spessore culturale dell’esposizione è completato da una accurata selezione di litografie originali, che spaziano nel mondo del surreale e che ancora una volta testimoniano la grande capacità grafica di uno dei più importanti artisti del nostro secolo.
Tratto da "Città di Reggio Calabria"

Etichette: ,

postato da Bernardino F.L. Cardenas; alle 12:00 PM,

3 Comments:

At 7:20 AM, Anonymous Anonimo said...

Here are some links that I believe will be interested

 
At 2:44 PM, Anonymous Anonimo said...

Here are some links that I believe will be interested

 
At 7:11 PM, Anonymous Anonimo said...

Great site loved it alot, will come back and visit again.
»

 

Posta un commento

Links a questo post:

Crea un link

<< Home