www.montebelloblognwes.com - Tutto quello che accade a Montebello Ionico e ... molto altro ancora.

 



Montebello chiede lo stato di calamità naturale

Montebello Jonico – L’amministrazione comunale montebellese ha richiesto lo stato di calamità naturale e lo stanziamento di fondi straordinari per far fronte agli ingenti danni causati dall’evento alluvionale che, nella notte tra lunedì 12 e martedì 13 gennaio, ha colpito il territorio comunale. La pesante ondata di maltempo di quei giorni era stata caratterizzata da persistenti precipitazioni che, accompagnate da violentissime raffiche di vento, si erano abbattute sul territorio comunale peggiorando ulteriormente una situazione, già di per se, estremamente delicata per gli eventi meteorologici del mese precedente. A causa della rara intensità dei fenomeni atmosferici in questione, tutta la zona costiera era stata colpita da violente mareggiate, mentre cedimenti, frane, smottamenti, alberi sradicati e detriti, avevano reso difficoltosa la circolazione veicolare su molte strade lasciando isolate quasi tutte le borgate periferiche, ubicate oltre i torrenti che configurano l’accidentata morfologia territoriale del comune jonico. La strada provinciale S.Elia – Fossato, unica arteria di collegamento tra i centri interni e quelli litoranei, era stata danneggiata dagli smottamenti e dalle colate di fango che, abbattendosi sul tortuoso tracciato, ne avevano ostruito parzialmente le carreggiate rendendone difficoltoso, oltre che estremamente rischioso, il transito. Momenti di grande preoccupazione erano stati vissuti a Molaro, dove lo straripamento dell’omonimo torrente aveva letteralmente distrutto il sentiero in terra battuta che collegava la piccola borgata con la limitrofa frazione marina di Saline. Formalizzata con un’apposita deliberazione della giunta comunale, la decisione di richiedere la proclamazione dello stato di calamità naturale è arrivata nei giorni immediatamente successivi all’eccezionale evento atmosferico ed è stata presa sulla base delle indicazioni emerse da una relazione del responsabile del settore tecnico comunale, che ha effettuato una sommaria ricognizione dei luoghi ed eseguito una, prima e generalizzata, stima dei danni rilevati a strutture pubbliche e private. L’atto deliberativo prodotto dalla giunta del sindaco Nisi è stato inviato alla Regione Calabria, alla Provincia ed al Prefetto di Reggio Calabria e, qualora le richieste in esso contenute dovessero essere accolte, permetterebbe al comune di Montebello Jonico di accedere ai benefici finanziari previsti dalle norme vigenti in materia di calamità naturale ed ottenere gli incentivi economici necessari per la sistemazione e messa in sicurezza delle opere viarie e del sistema infrastrutturale comunale, ora letteralmente in ginocchio a causa dei nuovi e violenti nubifragi della settimana scorsa.

Fabio Macheda (Il Quotidiano della Calabria)

Etichette: ,

postato da Bernardino F.L. Cardenas; alle 10:56 AM,

0 Comments:

Posta un commento

Links a questo post:

Crea un link

<< Home