www.montebelloblognwes.com - Tutto quello che accade a Montebello Ionico e ... molto altro ancora.

 



Si riunisce il Consiglio Comunale

Montebello Jonico – A qualche mese di distanza dall’ultima convocazione, torna a riunirsi il consiglio comunale montebellese. Loris Nisi, primo cittadino del popoloso comune grecanico, si è avvalso delle sue prerogative di presidenza dell’organo consiliare ed ha convocato l’assise civica che, conseguentemente, dovrebbe riunirsi in seduta pubblica straordinaria alle ore 15,30 del prossimo 9 febbraio. In caso di mancanza del numero legale, un’eventuale seconda convocazione è già prevista, sempre presso l’aula consiliare di via Portovegno, per il giorno 10 febbraio alle ore 16,30. Abbastanza esiguo, ma non per questo privo di rilevanza e spessore politico, l’elenco delle trattazioni che, iscritte all’ordine del giorno, andranno al vaglio dei consiglieri comunali. Salvo cambiamenti nell’ordine temporale previsto per la trattazione degli argomenti in agenda, il civico consesso dovrebbe entrare subito nel vivo dei lavori. Il primo punto da esaminare, infatti, prevede la discussione della deliberazione n.389/2008 della Corte dei Conti. In tale provvedimento, i magistrati contabili della sezione regionale di controllo per la Calabria, contestando «il rispetto del principio di veridicità» del documento di programmazione finanziaria del comune, avvisavano di aver riscontrato su di esso «elementi di irregolarità e/o criticità» e invitavano l’amministrazione comunale all’adozione di tutta una serie di misure correttive che, individuate successivamente dall’organo di revisione contabile dell’ente, ora necessitano dell’approvazione dell’assise civica prima di poter essere applicate. Non meno delicato l’argomento successivo che riguarda la nomina di tre consiglieri comunali in seno al Consiglio della Comunità montana “Versante dello Stretto”. La nuova designazione deriva dall’applicazione della legge regionale n.20/2008 che, nell’ambito del processo di riordino istituzionale delle Comunità Montane, ha ridefinito gli ambiti territoriali delle stesse e i criteri secondo cui i comuni possono entrarne a far parte. Gli ultimi due punti ad essere sottoposti all’esame dell’organo consiliare riguarderanno il progetto di ampliamento di un’attività commerciale che, dovendo prodursi in variante al vigente Piano Regolatore Generale, necessita dell’approvazione di un “atto d’impulso”, e il riconoscimento di un debito fuori bilancio, scaturito dal pronunciamento del Tribunale di Reggio Calabria in una sentenza relativa alla vertenza tra il comune ed un cittadino.

Fabio Macheda

Etichette: ,

postato da Bernardino F.L. Cardenas; alle 10:27 AM,

0 Comments:

Posta un commento

Links a questo post:

Crea un link

<< Home