www.montebelloblognwes.com - Tutto quello che accade a Montebello Ionico e ... molto altro ancora.

 



Un coro di SI per l'invio dell'Esercito in Calabria


Un coro di sì per l'invio dell'Esercito nella nostra regione.
Inizia il presidente della Commissione Difesa del Senato, Sergio De Gregorio che ha affermato: L'Esercito serve quando liberiamo le forze dell'ordine dagli obiettivi di sorveglianza intorno agli obiettivi sensibili. In questo compito possono essere sostituiti da uomini dell'Esercito.
Anche il Ministro della Giustizia, Clemente Mastella, è possibilista: l'Esercito avrebbe compiti normali, su obiettivi non sensibilissimi, per consentire alle forze dell'ordine di lavorare con più scioltezza anche nelle zone a rischio. Bisogna fronteggiare la percezione di insicurezza e di paura che investe molti strati della popolazione.
Il vicepresidente del Senato e coordinatore della Lega, Roberto Calderoli, ha chiesto nuovamente tolleranza zero. Ha detto: l'Esercito serve più a Napoli che in Libano, Iraq o Afghanistan per riportare lo stato di diritto.
Il senatore Nello Formisano, segretario regionale dell'Italia dei Valori e presidente del gruppo Misto al Senato, chiede l'intervento dell'esercito per arrestare questa lunga scia di morti.
Il leader del movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, ritorna a chiedere la presenza dell'Esercito in Calabria, per contrastare il fenomeno mafioso. I soldati in Calabria, per il presidio di obiettivi strategici e di zone a forte rischio criminalità.
Il Codacons, l'associazione per la difesa dei consumatori, per mezzo del suo presidente Francesco Di Lieto, chiede al presidente della Regione Agazio Loiero e al sottosegretario regionale alla sicurezza Antonio Baudi, di attivarsi per esigere l'invio dei militari.
Di Lieto aggiunge: i calabresi non sono criminali, ma soltanto le vittime e il degrado di alcune realtà ural forte il disinteresse verso una popolazione da tempo mortificata e umiliata, della quale ci si ricorda solo a scadenze ben precise. E' proprio la criminalità che impedisce lo sviluppo di questo territorio, che condiziona gli imprenditori, che lucra sull'aumento indiscriminato dei prezzi, che distrugge l'ambiente e che compromette il futuro dei giovani calabresi. L'esercito sarà un segnale forte che tutti i calabresi onesti potranno lanciare all'intero Paese.
Il giro d'affari annui della 'ndrangheta è così composto (in milioni di Euro) :
DROGA...................................................22.340
IMPRESA.................................................4.703
PROSTITUZIONE..................................2.352
ESTORSIONE E USURA........................4.116
ARMI.........................................................2.352
Soldi rubati ai cittadini, alle imprese, alle famiglie, allo Stato, ai giovani disoccupati, ai pensionati......
Li vogliamo recuperare per restituirli alla collettività?

Etichette: ,

postato da Miguel Cervantes; alle 10:32 PM,

1 Comments:

At 11:51 AM, Anonymous SIDOLI.ORG said...

Sono i politici che devono essere destituiti perchè sono quelli che hanno maggiore connivenza con le mafie.

 

Posta un commento

Links a questo post:

Crea un link

<< Home