www.montebelloblognwes.com - Tutto quello che accade a Montebello Ionico e ... molto altro ancora.

 



L'Amaranto Boxe fa tris

Il pugile Natoli fra i professionisti

Spettacolare ed interessantissima la riunione di pugilato dilettantistico che si è tenuta nei giorni scorsi a Reggio Calabria. L’evento, organizzato dall’Amaranto Boxe di Fedele & Richichi in collaborazione con il M° Marra ha visto il giovane pugile messinese Alfredo Natoli offrire una prova spettacolare contro l’esperto e coriaceo Sebastiano Maugeri dell’Acireale Boxe. Fin dal primo suono del gong, Natoli, allievo del M° Fedele, annichiliva Maugeri tempestandolo con varie combinazioni di colpi, non sempre precisissimi ma con un ritmo tale da far terminare la prima ripresa a suo favore. Dal secondo round in poi, seguendo i consigli del M° Fedele, il pugile dell’Amaranto Boxe, riduceva la quantità dei colpi e di pari grado aumentava la precisione e la potenza. Maugeri, centrato da poderosi montanti destri che facevano breccia nella sua guardia, era costretto a ricorrere a continue trattenute per le quali veniva richiamato ufficialmente in due occasioni. Il terzo round è proceduto con Maugeri ormai sull’orlo del K.O., salvato dall’onta di finire al tappeto solo da un provvidenziale quanto tempestivo terzo richiamo ufficiale che, portandolo alla squalifica, consegnava l’incontro a Natoli. Grazie a questo ennesimo successo, Alfredo Natoli viene promosso 1^ serie e verrà inoltrata immediata richiesta alla F.P.I. per il passaggio al professionismo. Con Natoli, che andrà ad affiancarsi a Francesco Versaci ed Alberico Progetto, quindi diventano 3 i pugili professionisti dell’Amaranto Boxe. Un record questo per una società dilettantistica ed una gioia immensa per il D.S. Carmelo Regolo e per il presidente Franco Pirrera. Nell’incontro a seguire, Angelo Trimboli, il gigante dell’Amaranto Boxe, ha riportato una nettissima vittoria nel derby reggino con Francesco Di Giorgio. L’incontro è stato veramente spettacolare con Trimboli che sfruttava al meglio il suo notevole allungo tenendo a distanza un aggressivo ed agguerrito Di Giorgio e vincendo l’incontro ai punti. Con questo successo, anche il gigante reggino di Bianco si avvicina al passaggio al professionismo per il qule gli mancano due sole vittorie. Nel terzo incontro, ottima prestazione del romano Max Saba che tornava sul ring dopo due anni di assenza e forniva una grande prova contro il bravo Riccardo D’Andrea di Fuscaldo, perdendo ai punti in un incontro molto bilanciato. Tale verdetto ha provocato anche qualche protesta perché, nonostante D’Andrea sia stato più bravo stilisticamente, Saba ha messo molti colpi a bersaglio. Nel quarto incontro, il più esperto Simone Curcuruto di Acireale pareggiava contro Antonio Praticò del M° Marra in un incontro a fasi alterne ma molto equilibrato. Nell’ultimo incontro della serata, il Campione Italiano Dario Morello di Fuscaldo superava ai punti il fortissimo Bruno Serafino del M° Marra. Non disputato, invece, il sesto ed ultimo incontro previsto che doveva vedere contrapposti sul ring il piccolo Tyson di SantAlessio d’Aspromonte, Graziano Calabrò – Campione Italiano Cadetti – ed il siciliano Vincenzo Murabito. La mancata prestazione dei due giovani talenti è da addebitarsi ad un infortunio accorso a Murabito.

Fabio L. Macheda

Nella foto il pugile Alfredo Natoli al proprio angolo col tecnico Peppe Fedele

Etichette: ,

postato da Bernardino F.L. Cardenas; alle 2:00 PM,

0 Comments:

Posta un commento

Links a questo post:

Crea un link

<< Home