www.montebelloblognwes.com - Tutto quello che accade a Montebello Ionico e ... molto altro ancora.

 



Saline, tra SEI ed Api è caos totale

Dopo l’ultimo comunicato stampa del comitato “Vedere Chiaro”, attinente alla Centrale a carbone e al Fotovoltaico a Saline Joniche, si è stati presenti all’incontro tra le associazioni dell’area Grecanica per analizzare il protocollo API, in quanto sembrerebbe che anche le associazioni hanno avuto sentore di “bruciato”. A detto incontro aperto alla cittadinanza era presente, invitata, l’Amministrazione Comunale con il Sindaco Nisi Loris e l’Assessore Cilea.
Dopo i primi interventi, di Franco Meduri dell’associazione Nemesis, moderatore, almeno così è sembrato, e di qualcun altro, chiedendo di intervenire e per come già anticipato nel comunicato stampa suddetto, il sottoscritto Domenico Foti, del Comitato “Vedere Chiaro”,non ha fatto altro che ribadire tutti i dubbi sul protocollo d’intesa che avrebbe firmato Loiero a Roma, rimarcando ancora le precedenti affermazioni sui famosi 50 milioni di euro del CIPE, pronti (lì nel cassetto) che dovevano solo arrivare per Saline, e ho fortemente ricordato tutto il denaro pubblico sperperato per la sistematica sistemazione del porto insabbiato (e tale è rimasto, anzi ancora peggio!!!) o del ripascimento spiagge (buttando alla meno peggio massi in mare) e tant’altro, non ultimo dall’ ennesima richiesta fatta all’allora Assessore ADAMO in un incontro sempre qui a Saline, di ulteriori fondi per il porto e, ricordando che si era parlato di vocazione turistica, gelsomino, oasi faunistica ecc., dicendo che ad oggi, in quanto a risultati visti, il risultato è meno che ZERO!!!!! Quindi più che legittimi i dubbi, nostri e delle stesse Associazioni, sull’inversione di rotta favorevole all’industria “fotovoltaica” ed annessi, ed anche purtroppo dovendo accettare qualche forma di inquinamento (se pur dentro i parametri di legge) non possiamo sempre dire NO, ha affermato il Sindaco Nisi, perché l’industria non può non portare conseguenze ma c’è necessità di LAVORO. Mi sorge l’obbligo di questo ulteriore comunicato, di smentita, in quanto qualche giornalista, presente all’incontro ha riportato in maniera distorta quel che ho detto, cioè: Domenico Foti del comitato Vedere Chiaro” ha precisato che la Calabria, date le sue scorte energetiche non avrebbe bisogno di altra energia dal momento che vive un favorevole momento di esubero. Si chiede a cosa possa servire altra energia mentre precisa che il suo comitato non era per un “si” o per un “no” alla centrale a carbone ma sulla necessità di capire di più; cosa che si intende fare anche verso questo progetto. Effettivamente invece nel mio intervento ho detto: viene scritto spesso e volentieri che la Calabria produce energia in esubero (non l’ho detto io! Ma la Regione Calabria!!!) anche per riprendere il fatto che se ciò è vero (ma io non ne ho idea di questo!) come mai le nostre bollette Enel sono così salate?? Onde togliere ogni ulteriore dubbio, il Comitato Vedere Chiaro ( che non è il mio!!! Come scrive sempre qualche giornalista), nasce dal fatto che a molti, me compreso è venuto da chiedersi come mai che a Saline Joniche ci vengono a portare “la morte” con la Centrale a carbone ,perché vogliono avvelenarci con questo nuovo mostro industriale ,che non esiste in nessun altra parte del mondo? Sentendo sempre questo Tam Tam di allarme, e vedendo la mobilitazione di barricate a difesa dell’attacco mortale, abbiamo detto “vogliamo vederci chiaro” vogliamo approfondire la nostra conoscenza visto che siamo molto indietro rispetto a molti altri che per fortuna ci stanno difendendo.
L’egregio giornalista che invece ha riportato in modo differente le mie affermazioni,, nel frattempo forse era andato via, e per questo forse non ha scritto l’altra parte di dubbi miei e dei componenti il comitato che come ha detto di essere preoccupato in merito alla tanto lodata iniziativa di Loiero, essendo prossimi alle elezioni Amministrative, alle Europee ed alle Regionali, non vorrei che il tutto fosse un “FUMOVOLTAICO”,annuncio, tanto per andare contro il Progetto degli svizzeri della SEI, che invece sembra proprio che abbiano presentato un progetto reale, concreto e realizzabile in tempi immediati, una volta passati tutti i controlli e le verifiche necessarie per legge. E allora la mia proposta, dato che adesso il Sindaco ed il Governatore sono d’accordo che il sito di Saline può anche essere industriale, perché non prendere in considerazione anche il progetto della SEI? Perché non sedersi ad un tavolo di confronto tecnico-scientifico, o meglio far sedere dei professionisti esperti, facendo sì che da un esame serio ed approfondito tra le parti si possa capire se il progetto della Centrale a carbone di nuova generazione si potrebbe effettivamente collocare in un contesto come quello di Saline senza per questo nuocere alla salute delle persone e dell’ambiente? Ci saranno di certo le normative di legge con dei limiti ben precisi da dover rispettare o no ? Questi interrogativi mi nascono spontanei, pensando e riflettendo che Industrie come quelle proposte dagli svizzeri ci sono già in Italia e funzionano tutte regolarmente, vedi Civitavecchia, Genova, in Sardegna ecc…. E allora mi domando: Cosa hanno in più di noi quelle popolazioni, oppure cosa abbiamo noi in meno di loro???Loro possono contribuire, con tanti posti di lavoro, a far sì che la tanto sbandierata Co2 distrugga il pianeta Terra, mentre invece noi, senza nessun posto di lavoro, contribuiamo alla”salvezza” del mondo? Qualcosa, è ovvio, non quadra. E per il momento, come sempre, grazie a qualcuno, chi ci sta sempre e comunque rimettendo, siamo sempre noi cittadini di questo territorio di Saline Joniche ed i paesi limitrofi, che qualcuno pensa di avere oramai abituato alla rassegnazione….ma non è così, perché state tranquilli che le coscienze ed il cervello di tanti qui e nei paesi vicini si è svegliato, non sarà più così semplice solo promettere e poi mai mantenere. La gente adesso, vuole davvero “Vedere Chiaro”, in tutti i sensi.

Il presidente del Comitato dei Cittadini “VEDERE CHIARO”
Domenico FOTI


Tratto da www.strill.it

Etichette:

postato da Bernardino F.L. Cardenas; alle 7:48 PM,

0 Comments:

Posta un commento

Links a questo post:

Crea un link

<< Home