www.montebelloblognwes.com - Tutto quello che accade a Montebello Ionico e ... molto altro ancora.

 



Automobilismo: Piria fa suo il 10° Slalom di Campo Calabro

Lo “scillese volante” Gaetano Piria, fresco sponsorizzato Momo Italia, voleva regalare il primo successo al nuovo sponsor, e vi riesce aggiudicandosi il 10° slalom Città di Campo Calabro, ma un birillo birichino nella prima manche fa tremare lo scillese e regala momenti di sogno al siciliano Rosario Miano e compagni.
Piria non usa mezzi termini, stavolta non fa pretattica e già nel giro di ricognizione offre una prestazione spettacolare con il tempo di 2’ 24” e 04, con circa 12” di vantaggio su Miano (2’36” e 01) e sul sorprendente reggino Domenico Chirico (2’36” e 05). Sembra fatta, i rivali sono a debita distanza, ma nei cronometraggi validi per la gara della prima manche ecco che il pilota scillese regala emozioni e mette a dura prova le coronarie dei suoi numerosi supporter effettuando la salita con il miglior tempo (2’25” e 69) precedendo Rosario Miano (2’32” e 36) e Schillaci (2’35” e 62); sembra fatta, ma all’arrivo del Direttore di Gara Avv Franco Colosi, vengono inseriti dallo staff della SMT cronometraggi le penalità e viene rilevato che alla terza chicane la potente Ermolly color rosso Ferrari dello scillese aveva spostato un birillo e quindi vengono addebitati 10” di penalità, Piria per un attimo trema ma non si perde d’animo.
Si riprende per disputa della seconda manche (ai fini della classifica assoluta è valido il miglior tempo di una delle due manche di gara), il sole è alto nel cielo, la temperatura è quella di una magnifica giornata estiva sui crinali di Campo Calabro dai quali si domina lo Stretto di Messina, l’asfalto si infuoca sempre più ed al passaggio dei bolidi in gara diviene sempre più “scivoloso” quindi i piloti devono prestare maggiore attenzione ed i tempi di gara e la media kilometrica si innalzano.
Francesco Schillaci non completa la gara (resta valido il tempo della prima salita), Miano fa stoppare il tempo su 2’33 e 10 (quindi, anche, per lui rimane valido il tempo della prima manche, anche Massimo Ruggiero quarto dopo la prima salita non riesce a migliorare il tempo di 2’35” e 92 e rimane quarto nella classifica assoluta davanti a Domenico Chirico (2’ 37” e 12 maturato, anche per il gallicese nella prima manche). Parte Gaetano Piria, tesserato per la Kamiko corse, e tutti gli occhi sono puntati su di lui, guida con oculatezza senza strafare, mirando a non incorrere in penalità (i birilli vuole abbatterli in serata in una partita a bowling), la salita viene effettuata in scioltezza dominando i cavalli della sua Errmolly al passaggio nelle 9 chicane poste sul tracciato, al traguardo congela il cronometro sul tempo di 2’ 29” e 67 (alla media di 62,54) che lo colloca virtualmente al primo posto. Occhi puntati all’arrivo del Direttore di Gara, vengono inserite le penalità, ma la classifica non cambia e diviene definitiva con la pubblicazione. Gaetano Piria, inserisce ancora una volta il proprio nome nell’albo d’oro della gara campese.
Lo “scillese volante” dopo essersi aggiudicato la Scilla Melia, la Mannoli – Gambarie, concede il tris con il 10° slalom “Città di Campo Calabro”. Pregevole la performance di Carmelo Barillà (primo nella classe S3), Michelangelo Marra (primo nella classe GTI1) e Davide Colicchio (secondo nella classeGTI1) e rispettivamente nell’ordine settimo, nono ed undicesimo nella classifica assoluta che hanno consentito alla Scuderia Aspromonte di conquistare il primo posto nella speciale classifica riservata alle Scuderie.
Nella classifica relativamente alle prime dodici posizioni, troviamo nell’ordine: Piria Gaetano, Miano Rosario, Schillaci Francesco, Ruggiero massimo, Chirico Domenico, Scaramozzino Gianluca, Barillà Carmelo, Megale Roberto, Marra Michelangelo, Arena simone, Colicchio Davide e Mangano Giuseppe.
Questi i vincitori di classe: N2 – Romeo Salvatore, N3 Puntorieri Giovanni, A2 – Chirico Domenico, GTI1 – Marra Michelangelo, GTI2 – Violante Domenico, S1 – Crupi Filippo, S3 – Barillà Carmelo, S4 – Megale Roberto, S5 – Arena Simone, S6 – Ruggiero Massimo, S7 – Musolino Giovanni, P1 – Spanò Antonino, P2 – Miano Rosario, MC/M7 Scopelliti Domenico, SP1 – Piria Gaetano.
L’evento campese giunto alla decima edizione grazie alla fattivo supporto dell’Amministrazione Comunale con in testa il sindaco Domenico Idone, è stato organizzato in maniera perfetta dalla Scuderia Aspromonte e dall’entourage che affianca il presidente Lello Pirino. La manifestazione reggina, nonostante la concomitanza di altre gare nella dirimpettaia terra siciliana ha registrato una buona partecipazione di concorrenti ed una notevole affluenza di pubblico nonostante la giornata torrida che suggeriva di andare al mare. Un plauso anche all’Amministrazione Provinciale, al suo presidente ed all’assessore allo sport Attilio Tucci.
Perfetto il servizio d’ordine della Polizia con la supervisione del Dott Rugolo del Commissariato di Villa San Giovanni e del Comando dei Carabinieri della Compagnia di Campo Calabro.
Inappuntabile il lavoro dei commissari di percorso che hanno ben coadiuvato il competente ed esperto Avv.. Franco Colosi nelle funzioni di direttore di gara.
E’ appena calato il sipario è già si pensa al prossimo impegnativo appuntamento che vedrà tutto lo staff della Scuderia Aspromonte proteso alla migliore realizzazione della cronoscalata del 30 e 31 Agosto sul tracciato Santo Stefano – Gambarie valevole per l’assegnazione della nona Coppa dell’Aspromonte, quando nelle ridenti cittadine e località turistiche aspromontane si riverseranno i migliori piloti meridionali ed un pubblico dal palato fine per la gioia del Sindaco Michele Zoccali e dell’Assessore allo Sport Francesco Cannizzaro del Comune di Santo Stefano in Aspromonte.
Sul sito della scuderia: http://www.scuderiaaspromonte.it si potranno seguire le news, le foto e gli aggiornamenti in tempo reale e le classifiche degli eventi motoristici.

Etichette: ,

postato da Bernardino F.L. Cardenas; alle 12:55 PM,

0 Comments:

Posta un commento

Links a questo post:

Crea un link

<< Home